Verso Fonte Majure


Con il maltempo di questi due giorni ancora non riuscivo a fare una prova degli scarponi nuovi.

Dopo che i vecchi mi avevano dato un po di problemi era giunto il momento di cambiarli, così ho deciso di acquistarne un buon paio con la membrana in goretex. Ho optato per dei Garmont, non per altro ma perché mio fratello ne possiede un paio di cui il mio ne è una evoluzione e gli sono comodissime e totalmente impermeabili proprio grazie alla membrana.

Così mi getto verso questo modello (Thundra). La scarpa per essere un capo tecnico che integra il goretex non ha un costo proibitivo anche se 80€ sono parecchi soldi. In ogni caso le scarpe sono preziose ed è bene comperarle buone per evitare guai.

Questo modello è semplicemente fantastico. La suola della Vibram ha zone differenziate e lo strato a contatto con il terreno si deforma molto, attutendo gli urti.

Era proprio ora di provarlo con una passeggiata, così dopo pranzo prendo lo zainetto e parto per il bosco. Decido di fare la salita su strada e la discesa attraversando il bosco vero e proprio.

La giornata volgeva sul nuvoloso e, le piante spoglie, non frenavano per niente il vento che abbassava la temperatura (che gia bassa era) terribilmente. Comincio a salire e le mani mi diventano quasi viola (impreco per aver dimenticato i guanti). Fortunatamente quando arrivo alla fine della strada era uscito un po’ di sole che rendeva il tutto piacevole. In ogni caso ero abbigliato in maniera abbastanza approssimativa per quel tempo e non ho potuto gongolarmi più di tanto tra le quercie ( in ogni caso ho scoperto parecchi sentierini ed uno bello marcato ,sicuramente da qualche cacciatore, che dovrò esplorare quanto prima).

La discesa, anche in mezzo al bosco, è stata di una comodità incredibile che quasi non mi fa rimpiangere i vecchi scarponi (che proteggevano anche meno le caviglie dalle storte oltre a non essere impermeabili).

Tornato alla macchina e scaldatomi un po decido di proseguire il giro con l’auto e di vedere se riuscivo a trovare la zona di Fonte Majure che mi hanno detto essere asfaltata.

Mi do una regolata con la mappa IGM e mi accorgo che ho fonte Majure sul pelo del margine basso del foglio (arghhhh….) si intravede comunque la direzione e, essendo una zona di poche vie di campagna, non potevo sbagliare di molto.

Comincio a salire per la strada e arrivo a fine asfalto. Era proprio il caso di fare qualche foto, anche perché c’era una collinetta che mi richiamava la Contea dei Baggings.

Il freddo comunque era pungente e il vento mi strappava letteralmente il cappuccio di dosso. Faccio qualche altra foto e decido di tornarci con un tempo più mite o con un abbigliamento un po più pesante così da visitare proprio la fonte.

Adesso ho messo le foto su picasa e panoramio (che potete raggiungere dai link a destra della pagina).

Alla prossima!!

Questa voce è stata pubblicata in passeggiate e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...