L’Orso


Ci sono film che narrano storie e film che le storie te le fanno vivere in prima persona.

Non serve, in fondo, nessun complesso sistema stereoscopico con gli occhiali 3D ne scene crude e violente per rappresentare una realtà d’impatto ma basta narrare una storia, una fiaba d’altri tempi in grado di toccare quel punto profondo dell’animo di ciascuno di noi che credevamo ormai abbandonato al cinico schermo televisivo.

L’Orso è così. La storia di un orsetto che perde la madre e, ancora cucciolo, troverà in un possente grizzly la figura paterna che lo accudirà attraverso le montagne della Columbia Britannica di fine ottocento, cercando di sfuggire a due cacciatori sulle tracce del feroce maschio. Il tutto è girato con occhio poetico e con particolare attenzione ai versi degli orsi che ho trovato “umanizzati”, specialmente i piagniucolii del piccolo. Le scene crude non mancano, è vero! ma esorcizzano in qualche modo l’essere selvaggio dei protagonisti e non è mai violenza fine alla spettacolarizzazione di se stessa.

Questo capolavoro, uscito più di venti anni fa, è stato girato sulle nostre belle Alpi e quando venne trasmesso in tv ricordo che fu anche mandato in onda il making-of che filmava le tecniche di ripresa. Peccato che di questo filmato non ricordo nulla, devo cercarlo😦

Vi lascio al trailer del film. Spero che tutti voi possiate guardare questo capolavoro!😉

Questa voce è stata pubblicata in film e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...