È Spaventoso!!!!


Da qualche settimana è stato effettuato anche da me lo switch off delle trasmissioni televisive analogiche. Con questo switch off sono arrivati anche qualcosa come 80 canali in più, di cui 75 totalmente inguardabili che non puoi tenerli accesi neanche “per compagnia” e tra i cinque che si salverebbero ce ne sarebbero un paio che potrebbero stuzzicarmi ma che poi si rivelano un… boh??? o.O

Il principale che mi aveva attratto all’inizio è stato DMAX che dovrebbe essere una specie di fork del canale satellitare Discovery Channel che, in teoria, immaginavo molto sensato e dalla documentaristica curata. Poi guardi DMAX per una settimana e ti convinci che Discovery… “è spaventoso!!!” :O
Perché i tizi che fanno i documentari non ripetono altro che… “guardate… è spaventoso!!!” -_-”
Ogni documentario, infatti, che parli di leoni, dinosauri, chiuaua o quercie ha per filo comune:

  • il presentatore soffre d’ansia… ed è in continua iperventilazione
  • qualsiasi sia il soggetto del documentario, lui corre un grave pericolo
  • ad un certo punto indica il chiuaua di turno, il cameraman fa un zoom veloce e lui commenta “guardate… è spaventoso”
  • poi con la voce fuori campo, sempre qualsiasi sia il soggetto, dice in quanti minuti può uccidere un uomo adulto, se velenoso, oppure di quanti cm i suoi denti/artigli affondano nella carne

Poi ovviamente c’è il programma sugli americani che si gasano come matti quando usano una mitragliatrice della marina o quando testano un missile a lunga gittata con i presentatori ed i militari letteralmente in estasi per quanto potente è stato il botto (si, certo, non c’entra nulla il lavaggio del cervello da fare agli adolescenti di nazioni perennemente in guerra… ovvio, io ci credo!… sicuro! ).

Ma non finisce quì, ovviamente 😀
ci sono i vari qualcosa monster, river monster, monster inside, killer animals, macchine da paura, terrore a bordo, ecc…
Intervallati effettivamente da qualche documentario un po’ più tranquillo e talvolta interessante tipo: how it is made o megastructure. Il primo da documentari di pochi minuti sul ciclo produttivo di prodotti di grande distribuzione o artigianali e risulta anche bello; il secondo si occupa di grandi opere e di come avanza la loro costruzione. L’americanata (anche se è UK) sta nel fatto che:

  • fanno vedere sempre cose enormi e si gasano parecchio…
  • c’è sempre un capocantiere che si chiama Shane 😀
  • qualsiasi cosa facciano sembrano guidati da una vocazione divina ed alcuni parlano seduti su uno sfondo omogeneo e non guardano la telecamera con aria estasiata (avete presente i video di presentazione di apple?)

questi ovviamente non sono difetti… ma sono cose simpatiche.

I difetti per me stanno nel fatto che, per spettacolarizzare ai limite del possibile, i documentari naturalistici vengono totalmente piegati a questo scopo.
Un documentario serio dura 40 o più minuti e parla o di un ambiente o di un animale seguendolo in tutte le fasi della sua vita oppure concentrandosi su qualcosa in particolare come potrebbe essere la caccia o l’accudire la prole.
Su DMAX no, si parla di quanto gli animali siano letali! Punto! in 40 minuti anziché parlare del leone si parla di 4 animali diversi impegnati nel solo atto della predazione. Ed ovviamente in alcuni casi si parla sia del predatore che della preda in un tempo così ristretto che alla fine non si è imparato nulla ne del predatore e ne della preda.

A volte, inoltre, il soggetto documentato ed il documentarista si spartiscono così tanto la scena che non si capisce se il documentario è sulla vita del coccodrillo o sull’uomo che avvicina i coccodrilli. Fate mente locale: vi ricordate per caso qualche vecchio documentario del National Geographic? Di quelli che trasmettevano a Il mondo di Quark? Ecco! Avete mai visto il documentarista? Appunto! Il documentarista faceva le riprese, scriveva l’articolo e neanche lo narrava lui perché c’era una voce scelta a doppiarlo.

Comunque non si deve mica rimpiangere il passato; basta guardare un Geo&Geo o un SuperQuark qualsiasi per accorgersi dell’abisso qualitativo che separa questi format da quelli stile dmax. Peccato che sulle nostre reti stiano spuntando come funghi questi pseudo-documentari che a mio avviso non sono affatto utili per fini istruttivi quanto per fini ricreativi. E se il presentatore è eccessivamente ansiolitico manco per quelli :S

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in varie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a È Spaventoso!!!!

  1. Paolo di Avv ha detto:

    condivido.
    io cmq da quando ho “scoperto” che su amazon.co.uk si trovano dvd di documentari (bbc, national geographic) a prezzi stracciati me ne sono comprati / fatti regalare alcuni e…ah voja a vedere…….io sono più per i documentari storici ma pure di naturalistici ce ne stanno a iosa….
    ad esempio questo: 5 dvd a 5£
    http://www.amazon.co.uk/Planet-Earth-Complete-Series-Disc/dp/B000EXZL4I/ref=sr_1_7?s=dvd&ie=UTF8&qid=1339867918&sr=1-7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...