Ego e fotografia


OLYMPUS DIGITAL CAMERAChe bella la fotografia di paesaggio, è una forma d’arte molto umile ma al tempo stesso in grado di dare emozioni e soddisfazioni, perché è vero che il fotografo e la sua bravura hanno un ruolo importante nell’impatto della foto in se ma è altrettanto saggio che il fotografo sia capace di dividere il proprio merito con il soggetto fotografato.

E’ sempre bello ricevere dei complimenti sulle proprie foto, fanno bene all’autostima e coronano un lavoro a volte cominciato mesi prima dello scatto ma il ruolo del Paesaggio e della Luce non deve essere sottovalutato. Il fotografo può esercitare la propria maestria ma non può piegare la Natura al proprio volere.

IMG_8884_da_small

Non è la Natura che si piega alla bravura del fotografo ma è il fotografo che deve cooperare con essa, mettendo le proprie abilità al suo servizio al fine di far convergere tecnica e ambiente in un’unica emozione.

Come è vero che un fotografo esperto potrebbe interpretare i miei stessi luoghi in paesaggi e visuali migliori di quelle che mi è possibile esprimere, è altrettanto vero che ne io ne un fotografo esperto possiamo rappresentare un paesaggio noioso e con una luce poco fotogenica come uno scatto magico e stupendo. I paesaggi non si piegano a noi, ci vuole pazienza e perseveranza per imparare a conoscerli nei mesi e nelle stagioni al fine di capire qual’è la luce ed il periodo migliore per immortalare un certo soggetto, ed anche quando conosciamo un paesaggio come un amico abbiamo bisogno di quella dose di fortuna per capitare con la fotocamera proprio in quel momento magico in cui lo scenario ti avvolge l’anima. A quel punto, e solo a quel punto, puoi lasciarti dietro tutto e concentrarti sullo strumento per far si che l’immagine sul sensore trasmetta per quanto possibile l’emozione provata in quel momento.

IMG_8899_da_smallAl momento dello scatto si è umili ed egocentrici al tempo stesso. Umili davanti ad uno scenario così bello che quasi ringrazieresti la Natura per farti vivere quel momento e per darti la possibilità di fotografarlo ma si pensa anche ad applicare le proprie capacità per creare una bella foto e mostrarla, al fine di far vivere agli osservatori emozioni (che è la cosa più gratificante che conosca) come anche per mettersi alla prova, sperando nell’approvazione, sperando di aver fatto un buon lavoro ed esserne contento.

IMG_8941_da_smallPer questo amo la fotografia di paesaggio! Puoi creare cose molto belle ed esserne orgoglioso  ma al tempo stesso capisci che i tuoi meriti vanno divisi con il mondo che hai davanti. A volte mi sento più un cocciuto cercatore di tesori con la fortuna che, quando riesco a trovarne uno, la gioia più grande deriva dal condividerlo!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA*ovviamente in queste righe esprimo solo un mio pensiero, rapportato alle mie capacità, alla mia esperienza e soprattutto al mio modo di intendere la fotografia di paesaggio. Con questo non voglio togliere meriti ad eminenti professionisti ma io la penso così!

Questa voce è stata pubblicata in fotografia, passeggiate, riflessioni, varie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ego e fotografia

  1. ancorase ha detto:

    Si, l’ultima è una foto emozionante perché ritrae gli estremi nello stesso fotogramma… raro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...