Lo spirito del vecchio albero


WP_20150214_021_da_smallVenni strappato dalle mie radici
dopo secoli passati in quel posto

ma questo vento non cancellerà la mia dimora
e gli occhi dell’uomo mi vedranno ancora
come lo spirito del bosco..

Fabio D’Annunzio

Nel bosco di Scodanibbio, quì a Castel di Sangro, c’è un luogo dove dimoravano tre alberi vecchi quattro, cinque o nove secoli. Non si sa di preciso infatti da quanto tempo le tre querce della Madonna dell’Eremita veglino sul santuario nel bosco.

Quel che è accaduto un paio di mesi fa è però ancor più grave, anzi sconcertante: 

in circostanze che a tutt’oggi non sono state ancora chiarite (nonostante le denunce), uno dei tre cerri (quello più a destra ritratto nel seguente LINK) è stato tagliato, e con lui se n’è andato un pezzo di storia del mio paese ed un patrimonio di chiunque avesse desiderato stare un po’ all’ombra ai suoi piedi. Tutti i miei compaesani, anche i nonni dei nonni ormai scomparsi, hanno avuto sempre la certezza che quell’albero fosse lì come la montagna. Era naturale trovarlo al suo posto e nessuno lo aveva mai toccato neanche in tempo di guerra e dopoguerra. (I servizi riguardanti questo scempio sono tutti sul sito TeleAesse ).

Scarica racconto

Scarica racconto

L’altra sera, quando ero salito su al bosco per fare quattro passi e trovare ispirazione per il racconto che sto scrivendo ambientato proprio lì, ritornando ho trovato un piccolo ciocco che era ancora lì ai piedi del quercia (che per precisione è un “cerro”), mezzo rovinato dalla motosega come dall’acqua e dalle neve e l’ho portato giù a casa. Mi sembrava fosse un volto, così ci ho intagliato un wood spirit, lo spriritello dell’albero: rugoso e arcigno come è giusto che sia una quercia, per giunta maltrattata dall’uomo.

Quel ciocco, se non altro, conserverà il ricordo dell’albero e del suo stesso spirito.

WP_20150214_021_da_small

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in amazon, ebook, passeggiate, pensieri, racconti, riflessioni, varie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...